Anomalie climatiche: Pianura padana a 30 gradi, frescura in Sicilia con neve sull’Etna… Va tutto bene? Non ne sono così sicuro!

grande-caldo-nord.jpgUna eccezionale ondata di caldo sta interessando tutto il nord italia, con temperature che raggiungono i 30 gradi… invece, una eccezionale frescura sta interessando la Sicilia, rendendola la regione più fresca d’Italia. Basta pensare che sull’Etna c’è ancora la neve!

 

 

Una eccezionale ondata di caldo sta interessando tutto il nord italia, con temperature che raggiungono i 30 gradi… invece, una eccezionale frescura sta interessando la Sicilia, rendendola la regione più fresca d’Italia. Basta pensare che sull’Etna c’è ancora la neve!

Continuo a constatare stranezze su stranezze. Il clima sembra veramente impazzito. Il sito Meteo Web, con una serie di articoli, segnala una totale inversione climatica che sta interessando l’Italia: caldo africano in Val Padana e fresche brezze nordiche in Sicilia: sull’Etna c’è ancora la neve (Vedi la WebCam).

Ma che diavolo succede… noi catastrofisti ci aspettiamo (tra i vari disastri prospettati) l’inversione dei poli magnetici della terra… ma l’inversione climatica proprio non ce l’aspettavamo!!!


Caldissimo in pianura Padana, sfiorati i +30°C nel cremonese

Molto caldo anche oggi pomeriggio al centro/nord Italia dove Parma ha toccato i +27°C, Verona, Milano, Bologna e Bergamo i +26°C, Torino, Forlì, Bolzano, Brescia e Ferrara i +25°C, Cuneo, Pescara, Piacenza e Ancona i +24°C. [Vedi].


La Sicilia è la Regione più fresca d’Italia

In queste piacevoli e soleggiate giornate di fine marzo la Sicilia è la Regione più fresca d’Italia. Mentre, infatti, il centro/nord è attanagliato nella morsa di un caldo estivoda record per questo periodo, con l’aggravante di una siccità incredibile che perdura da mesi, in Sicilia le temperature sono ben più fresche e la vegetazione fitta e rigogliosa dopo le grandi piogge degli ultimi mesi e, più in generale, degli ultimi anni. [Vedi].

 

Siccità e caldo anomalo: agricoltura in crisi al centro/nord Italia

Siccita’ ai massimi livelli gia’ a marzo, con danni incalcolabili per l’agricoltura. Le semine sono un fallimento in quasi tutto il Paese. Piante e talee che in questo periodo vengono messe a dimora rischiano di non attecchire, con il doppio danno dell’investimento e il mancato raccolto. A ”tremare” per i tagli alle rese produttive, che potrebbero toccare punte del 50 per cento, sono gli agricoltori che ”fanno” riso, cereali, frutta, verdura e olio. Ma vivono in ansia anche gli allevatori che vedono, giorno dopo giorno, sparire ettari di foraggio fresco indispensabile per la qualita’ dei processi produttivi del latte e per la trasformazione di formaggi e carne. [Vedi].


Va tutto bene?

Sono in attesa del Giuliacci di turno che mi dica: «Non c’è da preoccuparsi, siamo pienamente nella normalità. Le temperature rispecchiano le medie stagionali».  Il Navigatore Curioso è un uomo mite… ma di fronte ad una affermazione del genere, anch’egli potrebbe imprecare in ostrogoto!!!

Leggi:

Tutti gli articoli in Animali

Tutti gli articoli in Misteri

Tutti gli Articoli in Esplorazione Spaziale

Tutti gli Articoli in Tecnoscienza

Tutti gli Articoli in Spazio

Tutti gli Articoli in Ufo e Vita Extraterrestre

Tutti gli articoli in Società

Tutti gli articoli in Ambiente

Tutti gli articoli in Geologia

Tutti gli articoli in Archeologia