Grande buco coronale sul Sole: si temono moderati disturbi elettromagnetici

buco-coronale-01.jpgUn gigantesco buco coronale si è aperto il 19 giugno sul Sole. Secondo quanto riferisce la Nasa, l’ampiezza del fenomeno è davvero notevole, come possibile vedere dalle immagini postate da spaceweather.com.

La sua posizione è quella relativa all’emisfero Nord della nostra Stella, dov’è presente la minoranza di macchie solari.

In quello meridionale invece si ha una debole-moderata attività, con un flare di classe C8 avvenuto in giornata.

La presenza di un buco coronale, generalmente provoca un forte aumento del vento solare e nei prossimi giorni a beneficiarne saranno le Aurore boreali ed australi, che promettono spettacolo alle alte latitudini. Da diverso tempo non si vedeva un ‘hole’ del genere, ma tuttavia non si tratta di un evento rarissimo.

Il flusso di vento solare ad alta velocità, composto da particelle cariche provenienti dal Sole, il 28 e 29 giugno raggiungerà la Terra con la possibilità di causare una tempesta magnetica di forza moderata, ha riferito Sergey Bogachev del Laboratorio Russo di Astronomia e Elettromagnetico sul Sole .

“Fra poco tempo sul disco visibile del Sole uscirà un grande buco coronale, un’area relativamente scura sul disco solare, con le linee di campo magnetico aperte, ora visibili dalle immagini trasmesse dalla sonda”, spiega Bogachev. “I buchi coronali sono fonte di velocità del vento solare molto alta, superiore alla soglia standard di 400 km/s”. 

buco-coronale-02.jpg

Grande buco coronale sul Sole: si temono moderati disturbi elettromagneticiultima modifica: 2013-06-20T12:39:09+00:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento