Giove: scoperto un nuovo segnale radio che cambia di intensità

giove-emissioni-radio.jpgUn gruppo di astronomi ha rilevato un nuovo enigmatico segnale radio emesso dal pianeta Giove. Ciò che più ha sorpreso e sconcertato i ricercatori è il cambio di intensità a cui sembra soggetto il segnale.

Ogni corpo planetario è una fonte di onde radio, la cui origine è da ricercarsi nella magnetosfera che lo circonda. Quella di Giove è attualmente la più ampia conosciuta per un corpo planetario orbitante attorno ad una stella; le sue dimensioni superano di 1200 volte quella della magnetosfera terrestre, come rilevato mediante osservazioni radiotelescopiche dalla Terra e in seguito mediante rilevazioni condotte da sonde automatiche.

La scoperta della nuova emissione radio da Giove è avvenuta nell’ambito di un progetto di ricerca finanziato dall’Austrian Science Fund (FWF), il cui scopo è quello di studiare gli effetti delle emissioni planetarie in radiofrequenza, in particolare della Terra e di Saturno.

Quando il professor Helmut O. Rucker, a capo del progetto di ricerca, ed i suoi colleghi hanno cominciato ad analizzare le emissioni radio della Terra e di Saturno, si sono imbattuti in una nuova emissione radio sconosciuta proveniente da Giove.

“Nel corso delle analisi, il mio collega, il dottor Mykhaylo Panchenko, ha scoperto una strana emissione radio che ha avuto origine da Giove”, racconta Rucker. “Questa emissione è rimasta sconosciuta, nonostante 50 anni di osservazioni delle emissioni radio di Giove”.

La scoperta delle emissioni radio del pianeta Giove, infatti, risale al 1955, anno in cui Bernard Burke e Kenneth Franklin, entrambi al Carnegie Institute in Washington D.C. , rilevarono disturbi alla frequenza di 22.2 Mhz. Tali disturbi si dimostrarono in seguito connessi all’attività del pianeta Giove.

Da allora successive raccolte ed analisi dei dati hanno permesso di elaborare un modello fisico attendibile in grado di descrivere, con buona approssimazione, il processo radiativo gioviano; tale modello non solo risulta oggi in buon accordo con le osservazioni eseguite, ma permette di predire con discreta precisione possibili eventi futuri. Ma quello che colpisce della nuova emissione radio rilevata è il cambiamento periodico della sua intensità. 

Negli studi passati condotti su Giove, i ricercatori avevano scoperto l’esistenza di due periodi noti per le emissioni di Giove: uno che corrisponde al periodo di rotazione del pianeta pari a 9 ore, 55 minuti, 29,7 secondi (un comportamento che presenta affinità con quello delle pulsar), e un altro che può essere fatto risalire all’influenza del campo magnetico di Io (42,46 ore), il satellite naturale di Giove.

Captate misteriose onde radio provenienti dalle profondità dell’Universo

Il segnale ‘WOW’ rimane ancora un mistero: una trasmissione aliena?

Il gruppo di ricerca di Rucker è convinto che Io sia in qualche modo responsabile anche di questa nuova sconcertante emissione. “Le nostre analisi suggeriscono che la fonte di questa nuova frequenza radio si trovi in prossimità del toroide di plasma alimentato da Io, la luna di Giove”.

Si tratta di una regione a forma di ciambella che circonda Giove e che si trova sullo stesso piano orbitale di Io. Naturalmente, l’ipotesi sull’origine della nuova emissione radio necessità di ulteriori approfondimenti e progetti di ricerca.

Giove: scoperto un nuovo segnale radio che cambia di intensitàultima modifica: 2013-08-20T16:01:45+00:00da admin
Reposta per primo quest’articolo