La Voyager è vicina al limite del Sistema Solare – La sonda terrestre sta per diventare il primo oggetto costruito dall’uomo ad entrare nello spazio interstellare… per giungere dove nessuno è mai stato prima

voyager-eliosfera-margini-sistema-solare.jpg

Dopo aver viaggiato 35 anni, la sonda spaziale Voyager della Nasa sta per raggiungere il limite esterno del nostro Sistema Solare e cominciare la navigazione nello spazio profondo interstellare. “Le leggi della fisica ci stanno dicendo che la Voyager sarà il primo oggetto costruito dall’uomo ad entrare nello spazio interstellare”, ha dichiarato esultante Ed Stone, California Institute of Technology in Pasadena 

Attualmente, la navicella si trova a ben 11 miliardi di chilometri dalla Terra, una distanza tale che i segnali radio inviati dalla Voyager impiegano 16 ore e 38 minuti per raggiungere le antenne del Deep Space Netwok della Nasa. “E’ molto eccitante. Ci stiamo avvicinando alla frontiera del Sistema Solare”, continua Stone.

I tre strumenti di bordo stanno fornendo dati fondamentale sul passaggio della navicella dal Sistema Solare allo spazio interstellare. Uno di questi misura il flusso di raggi cosmici provenieti dallo spazio. L’eliosfera del Sole devia buona parte dei raggi cosmici che normalmente entrano nel Sistema Solare. Nella posizione in cui si trova adesso, la Voyager ha registrato un significativo aumenti dei raggi cosmici galattici, suggerendo che si sta approcciando al limite esterno della eliosfera. Dal gennaio 2009 al gennaio 2012, c’è stato un aumento complessivo di circa il 25% dell’intensità dei raggi cosmici che la navicella ha incontrato. A partire dal 7 maggio, il flusso sta crescendo di circa il 5% a settimana.

voyager-sonda.jpg

Un altro importante strumento a bordo della Voyager misura il flusso di particelle energetiche che si generano all’interno della eliosfera. Questo flusso è andato gradualemente diminuendo. I ricercatori si aspettano la scomparsa improvvisa di questo flusso nel momento in cui la navicella lascierà l’eliosfera.

Il terzo strumento a bordo della Voyager serve a misurare la direzione delle linee del campo magnetico attorno allo scafo del veicolo spaziale. Finchè la Voyager si trova ancora all’interno dell’eliosfera, le linee del campo magnetico risultano orientarsi in dirazione est-ovest. Quando la sonda passerà nello spazio interstellare, la direzione delle linee dovrebbe orientarsi verso nord-sud.

eliosfera.jpg

Lanciata nel 1977, la sonda Voyager gode ancora di ottima salute. La missione principale del programma Voyager Interstellar è quella di esplorare i pianeti del Sistema Solare, per poi raggiungere lo spazio interstellare. La sonda Voyager e la sua gemella Voyager 2, sono i due rappresentanti dell’umanità che attualmente si trovano più lontani dal pianeta Terra. La nostra generazione potrebbe assistere ad un evento storico per l’esplorazione spaziale: la presenza del primo veicolo spaziale umano al di fuori del Sistema Solare. Spazio, ultima frontiera… [Fonte].

La Terra sta rallentando? Il 1° luglio prossimo sarà infatti più lungo del solito

La rivista “Science” stilla la classifica degli otto misteri insoluti dell’astronomia

I pareri degli studiosi convergono: la nostra Terra è malata

Uno strano oggetto nel nostro sistema solare è stato scoperto su Google Sky

Misteriosa spirale in Medioriente spaventa migliaia di persone

La Voyager è vicina al limite del Sistema Solare – La sonda terrestre sta per diventare il primo oggetto costruito dall’uomo ad entrare nello spazio interstellare… per giungere dove nessuno è mai stato primaultima modifica: 2012-06-15T22:29:00+02:00da kattolika177
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento