Mega brillamento solare di classe X1.1 nella regione AR1515 – La nuvola magnetica sembra dirigersi verso sud e lontano dalla Terra [Video]

01-brillamento-solare-classe-m.jpg

La regione attiva solare AR1515 continua a dare spettacolo da ormai 8 giorni, mostrando una grande varietà di eruzioni solari. In un crescendo di attività, questa volta il Sole ha mostrato un brillamento di classe X, uno dei più potenti nella scala di misurazione d’intensità. Gli scienziati che tenevano d’occhio la grande macchia solare erano sicuri che, prima o poi, avrebbe generato un brillamento di classe X, e avevano ragione. Alle 23:08 del 6 luglio 2012, la regione AR1515 ha rilasciato un brillamento solare di classe X1.1.

L’esplosione ha scagliato una grossa quantità di massa coronale nello spazio. Secondo gli scienziati, la nuvola magnetica non si sta dirigendo verso la Terra, ma viaggia su una rotta diretta verso sud. Tuttavia, vi potrebbe essere la possibilità che possa colpire “di striscio” il nostro pianeta nei giorni tra l’8 e il 9 luglio.

02-brillamento-solare-di-classe-m.gif

Le esplosioni solari o “brillamenti” possono sembrare fenomeni lontani e poco interessanti. In realtà, tramite il vento solare che emettono, sono in grado di influenzare direttamente la nostra vita danneggiando satelliti, apparecchiature radio e linee elettriche. Ogni undici anni, quando il Sole raggiunge il suo massimo di attività, i brillamenti diventano più frequenti e questo aumenta il rischio che se ne verifichi uno abbastanza intenso da influenzare la vita sulla Terra.

Un brillamento è essenzialmente una esplosione sulla superficie del Sole, che può durare da pochi minuti fino a diverse ore. I brillamenti più intensi emettono in poco tempo una quantità di energia paragonabile a quella necessaria a dare corrente agli interi Stati Uniti per circa un milione di anni. Possono raggiungere dimensioni impressionanti, fino a 30 o 40 volte la Terra. Queste esplosioni avvengono quando i fortissimi campi magnetici presenti all’interno e sulla superficie del Sole si ricongiungono. Le zone interessate dai brillamenti sono spesso quelle più attive, dove i campi magnetici sono più forti e dalla Terra vengono viste dai telescopi come “macchie” più scure sulla superficie della nostra stella.

I brillamenti sono classificati secondo la loro intensità. Quelli meno forti sono di classe B, seguiti da quelli di classe C, M e infine X, i più intensi in assoluto. Ogni lettera indica in realtà un incremento dell’energia di circa 10 volte rispetto alla precedente. Così, un brillamento di classe X è 10 volte più potente di uno di classe M e 100 volte uno di classe C. Ogni lettera è ulteriormente suddivisa in una scala più dettagliata, da 1 a 9.

I brillamenti di classe C sono troppo deboli per influenzare in maniera evidente la Terra. Quelli di classe M possono causare brevi blackout nelle comunicazioni ai Poli e deboli tempeste di radiazioni per gli astronauti in orbita. Sono le esplosioni di classe X a creare i veri problemi. Sebbene la X sia l’ultima lettera, ci sono brillamenti che possono essere oltre 10 volte più intensi di un X1 e per questo classificabili con numeri superiori al 9.

Secondo i funzionari della NASA, le espulsioni di massa coronale innescate in questa settimana, si muovono in modo relativamente lento, e sono quindi impossibilitate a colpire il nostro pianeta in quanto la regione attiva si trova nella parte meridionale del Sole. La rotazione solare sta virando lentamente verso la Terra e gli scienziati stanno monitorando attentamente la sua attività. Il picco solare del suo ciclo undecennale, come ribadito più volte, è atteso per la primavera del 2013. [Grazie a NasaUniverse TodaySpaceWeather –  MeteowebClassMeteo].

Ma quanto sono grandi i brillamenti solari?

Che cosa sta succedendo sul sole? Cerchi, Triangoli ed esplosioni importanti

Senza la Magnetosfera la Terra diverebbe arida e desolata come Venere

Portali magnetici fra Terra e Sole, la NASA prepara una missione spaziale

La Voyager è vicina al limite del Sistema Solare

Mega brillamento solare di classe X1.1 nella regione AR1515 – La nuvola magnetica sembra dirigersi verso sud e lontano dalla Terra [Video]ultima modifica: 2012-07-08T09:32:25+02:00da kattolika177
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Mega brillamento solare di classe X1.1 nella regione AR1515 – La nuvola magnetica sembra dirigersi verso sud e lontano dalla Terra [Video]

  1. Sono sempre più convinto che le interferenze sul digitale terrestre, la telefonia e il calore spropositato (clima pazzo) di questi ultimi periodi, siano connessi con la nostra stella.

    Mi viene a mente a tal proposito che anche il programma di scudo spaziale ( una rete di satelliti/particelle caricate elettromagneticamente in forma particolare?) e scie chimiche (nanotecnologia/manomissione climatica?)siano connessi tra loro.

Lascia un commento