Il professor Lorenzo Iorio scrive al Navigatore Curioso: precisazioni, obiezioni e qualche insulto!

lorenzo iorio,luna,anomalie orbita,eccentricità

Lorenzo Iorio, fisico del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, dopo aver letto l’articolo pubblicato ieri dal Navigatore Curioso: “Anomalie nell’orbita lunare, il misterioso caso delle sonde Pioneer, esercitazioni militari congiunte e gli strani provvedimenti firmati da Barak Obama. Qualcosa di strano sta succedendo. Ma cosa?“, ha sentito la necessità di scrivere un commento – potete trovarlo alla fine dell’articolo – che, nonostante il tono scortese e aggressivo, ci onora della sua attenzione e chiarisce definitivamente la posizione di Iorio sulla questione del Pianeta X, Nemesis o Nibiru. Pubblichiamo il commento e la risposta del Navigatore Curioso, inviata nella casella di posta elettronica del fisico italiano.

 

Il Commento di Iorio

Il mio intervento si limiterà alla parte di questa pagina concernente l’anomalia lunare e i mie lavori. L’ipotesi del corpo massiccio trans-Plutoniano (X, Nemesis, Tyche o come altro lo si voglia chiamare) è totalmente irrealistica per le ragioni esposte nella successiva mia citazione. Da un punto di vista qualitativo, un tale oggetto potrebbe, in linea di principio, produrre la variazione dell’eccentricità osservata nei dati lunari.

Però, da un punto di visto quantitativo, mettendo i valori numerici nelle formule ottenute matematicamente per via teorica, si ottengono valori assurdamente grandi per la massa di tale corpo e ridicolmente piccoli per la sua distanza da noi. Un oggetto del genere, oltre ad essere direttamente rilevabile attraverso la radiazione elettromagnetica emessa-non solo luce visibile-potrebbe essere facilmente rivelato indirettamente attraverso la sua azione gravitazionale su tutti gli altri corpi del Sistema Solare le cui orbite sono al giorno d’oggi note con elevatissima accuratezza. 

Va da sé che questi effetti gravitazionali NON corrispondono minimamente a tutte le sciocchezze che l’arrogante, presuntuoso e crassamente ignorante estensore di questa pagina ha elencato….E ci mettiamo dentro anche il “video” in cui, fra l’altro, mi viene attribuita un’inesistente affiliazione alla Cornell University… E’ interessante notare la più totale malafede (o idiozia? Non saprei cosa sia meglio) di gente che non si fa il minimo scrupolo pur di distorcere, a volte in maniere assolutamente comiche, i più disparati pezzi di informazione, mescolando senza alcun discernimento di tutto e di più, al solo scopo di trovare a tutti i costi “conferme” di ciò in cui ha già deciso in anticipo di credere inderogabilmente. Un atteggiamento che è l’esatto opposto di quello scientifico e che, al contempo, è lo stampo mentale dei totalitarismi novecenteschi.

 

La risposta del Navigatore Curioso

Gentile Prof. Iorio,

intanto la ringrazio di essere intervenuto su questo post del blog, sono onorato. Sono solo un pò dispiaciuto per essere stato definito arrogante e presuntuoso, qualità che sono difficili da intercettare in una persona solo dalla lettura di un post. Accetto, comunque, l’accusa di ignorante, Non essendo un astronomo non posso risponderle o contestare nulla.

Non capisco però perchè se la prende tanto! Mi sembra di aver indicato in un link del post il collegamento al suo lavoro in pdf che tutti possono leggere e mai mi sembra di aver scritto che lei sia affiliato alla Cornell University. Prendiamo atto con chiarezza che il suo lavoro esclude assolutamente la presenza di un corpo massiccio al di là dell’orbita di Plutone che possa in qualche modo influenzare l’orbita lunare. Questo non esclude che un tale corpo celeste possa comunque esistere, o no? Anche perchè mi risulta che molti dei suoi colleghi astronomi siano alla ricerca di tale oggetto.

Allora le chiediamo ufficialmente – visto che lei è un astronomo e può risponderci in maniera scientifica: premesso che il Pianeta X (Nemesis, Tyche o come altro lo si voglia chiamare) non è in grado di spiegare le anomalie nell’eccentricità dell’orbita lunare, lei esclude categoricamente che possa esistere un corpo celeste transplutoniano non rilevabile in luce visibile o all’infrarosso – come il caso di Sedna – , e che potrebbe essere individuato solo per le sue influenze gravitazionali sugli altri corpi del Sistema Solare?

E poi, abbia pazienza con noi idioti in malafede! Vede, lei, essendo uno scienziato ed essendo in forze al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, fa parte di quel settore della società che ha tutte le risposte sotto mano e che è più capace di comporre e trovare un senso al reale (anche se, a quanto ho capito, anche lei non ha una spiegazione alle anomalie da lei rilevate). Noialtri, invece, siamo quella parte di società che è più in balia dell’opinione e del contingente e che ha bisogno di comporre il reale dando un senso alle cose che succedono.

Io non lo so se il Pianeta X esiste o no, e non so neppure se il 21 dicembre 2012 il mondo finirà o continuerà normalmente. Le posso solo dire che mi sento pronto ad affrontare entrambe le possibilità. Caro professore, a noi altri cospirazionisti-catastrofosti su internet ci definiscono con dispregio “fuffari”. In questi anni di fuffaragine ne ho incontrati tanti e sono due le cose che apprezzo di loro.

La prima, è che in queste persone c’è un grande anelito alla conoscenza della verità: il fuffaro non si accontenta delle risposte convenzionali – solitamente esatte e vere – ma sente il bisogno di esplorare anche le ipotesi più improbabili, anche quelle impossibili… E se queste ipotesi vengono smentite dai fatti, pazienza! Vuol dire che la spiegazione di quel fatto è emersa nella sua nitidezza ed è una spiegazione univoca (mentre altre volte, le risposte ufficiali fornite sono equivoche, ma questo non è il suo caso).

Galileo Galilei era un fuffaro che ha avuto ragione; Jule Verne è un fuffaro che ha avuto ragione – almeno per i voli spaziali -; Heinrich Schliemann, scopritore delle rovine della Città di Troia, è un fuffaro che ha avuto ragione; Anassimene è stato un fuffaro che ha avuto torto – pensava che l’origine del mondo fosse l’aria – ; Michelson e Morley, due fisici, sono due fuffari che hanno avuto torto – interpretarono il risultato del loro esperimento come la prova dell’esistenza dell’etere.

La seconda cosa che apprezzo dei fuffari, è il paradossale amore per la vita e per le persone. Nonostante siano considerati profeti di sventura con le loro teorie catastrofistiche e millenaristiche, sono i più grandi estimatori di quell’esperienza che è la vita umana. Forse perchè, avendo accettato l’inesorabilità della morte – che è la catastrofe che attende ogni uomo, a prescindere da qualsiasi Pianeta X – e avendola accettata come parte della loro vita, sono più disponibili a viverla in pienezza e serenità, con quel distacco che non è disimpegno, ma libertà interiore rispetto alle cose e alla vita stessa.

Da parte mia, le prometto che in futuro sarò più rigoroso nel presentare il parere e le ricerche altrui. Mi scuso, inoltre, se le ho dato l’impressione di voler manipolare e strumentalizzare la sua ricerca. Da parte sua, non se la prenda troppo e non intervenga in ogni angolo della rete dove si parla della sua ricerca: rischierebbe di passare intere ore al computer. Tra i fuffari americano lei è una vera celebrità: mica può rispondere a tutti! Anche perchè non farebbe altro che alimentare ulteriori fantasie cospirazioniste (scherzo, ovviamente). E non si arrabbi: pensi, un giorno le generazioni future post-apocalittiche potrebbero ricordarla come l’uomo che ha scoperto Nemesis (ri-scherzo, ovviamente). La saluto e le auguro buon lavoro.

Il Navigatore Curioso

Il professor Lorenzo Iorio scrive al Navigatore Curioso: precisazioni, obiezioni e qualche insulto!ultima modifica: 2012-07-25T16:04:18+02:00da kattolika177
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Il professor Lorenzo Iorio scrive al Navigatore Curioso: precisazioni, obiezioni e qualche insulto!

  1. Peccato che di anomalie spaziali il nostro sistema solare è pieno. Molti scienziati ALTERNATIVI ( liberi ) hanno documentato centinaia di casi da moltissimi anni.
    Basta cercare informazioni su tutti i pianeti del nostro sistema solare e su satelliti ” strani “.

Lascia un commento