Falsa Invasione Aliena alle Olimpiadi di Londra 2012 – Un lettore del Navigatore segnala un video del National Geographic nel quale si ipotizza un attacco alieno su Londra

falso-attaco-alieno-londra-01.jpg

Pubblichiamo con piacere la segnalazione giuntaci da parte di un nostro lettore – Jonathan – su un video “curioso” trasmesso dal National Geographic su una possibile invasione aliena sul nostro pianeta. Un ulteriore tentativo di preparare l’umanità alla falsa invazione extraterrestre? Ecco la segnalazione:

—————————————

“Post non male, non seguo quasi per niente questo genere di cose ma sono coincidenze curiose! Vorrei a proposito segnalare un altro possibile “indizio” in cui mi sono per caso imbattuto proprio oggi:

http://natgeotv.com/it/invasione-aliena/video/arma-piu-potente

Intorno a 1:37 la House of Parliament di londra viene bombardata da navi e robot alieni! Chissà! ;-)”

1_olyumpic_combined_disasters.jpg

 

Londra blindata con cecchini, cacciabombardieri e missili

falso-attaco-alieno-londra-02.jpg

Ci siamo. Le olimpiadi iniziano. E la tensione sale: per atleti, allenatori, organizzatori, sponsor, media, londinesi e soprattutto per coloro che devono garantire la sicurezza di tutti. Il governo britannico fa mostra d’assoluta tranquillità davanti a una sfida simile. L’esecutivo sottolinea di aver studiato un piano flessibile, capace di adattarsi velocemente a eventuali falle. Come quella del G4S, la più grande agenzia privata di sicurezza al mondo che non è riuscita a recrutare gli agenti necessari.

I residenti hanno inutilmente sporto ricorso alla Corte suprema, ma contro l’imperativo della security nulla si può. Per la prima volta nella storia delle Olimpiadi, in cinque punti strategici dei quartieri orientali di Londra, sono state installate piattaforme per il lancio di missili terra-aria, sopra i tetti di alcuni palazzi.

Si tratta, per lo più, di abitazioni popolari. Sulla Fred Wigg Tower di Leytonstone, per esempio, dopo essere stati avvisati con un semplice volantino, gli inquilini si sono visti piazzare gli high velocity missiles, testate tre volte più veloci del suono in grado di colpire aerei ed elicotteri. In altri punti sono stati invece montati i missili Rapier, a gittata più corta.

 

Caccia ed elicotteri da guerra

falso-attaco-alieno-londra-04.jpg

Poi ci sono i cacciabombardieri Typhoon e gli elicotteri da guerra con tiratori scelti, pronti a decollare dalla base nord-occidentale di Northolt, in caso di attacco, verso il Villaggio olimpico di Stratford, a Est di Londra. A due settimane dall’inizio della kermesse, sono anche entrate in vigore le restrizioni dello spazio aereo.

Nella no-fly zone imposta su tutto il centro della capitale e sul parco dei Giochi, con l’ordine dai livelli più alti, i militari avranno anche la facoltà di abbattere altri mezzi. Il piano di sicurezza aerea include inoltre l’impiego della più grande nave della Marina inglese, la portaelicotteri Hms Ocean, ormeggiata sul Tamigi.

 

Circa 40 mila addetti alla sicurezza: nella City anche migliaia di 007

falso-attaco-alieno-londra-05.jpgPer la 30esima Olimpiade, il governo britannico ha allertato inoltre 13 mila militari dai corpi speciali della marina e della contraerea. E disposto lo schieramento di 24 mila addetti alla sicurezza, durante la manifestazione. Tra gli uomini della security, ci sono circa 17 mila unità dell’esercito, 3.500 dei quali richiamati dal congedo o dall’Afghanistan, e 7 mila agenti di compagnie private vincitrici dei lucrosi appalti, come la discussa G4S, che però, alla fine, ha dovuto ritirare il suo personale, a causa di problemi nell’addestramento e di alcuni scandali sul reclutamento delle guardie.

Oltre agli agenti privati e ai soldati, Londra sarà sorvegliata da 12.500 poliziotti, per una spesa complessiva per la sicurezza di oltre 1 miliardo di sterline (circa 1 miliardo e 300 mila euro).

falso-attaco-alieno-londra-06.jpg

 

Filo spinato ad alto voltaggio

Non è un caso se, nella settimana dell’inizio dei Giochi, il settimanale der Spiegel ha pubblicato un’inchiesta che, attraverso documenti riservati, ha messo in luce gli allarmi, ignorati, dei servizi segreti stranieri e le misure di sicurezza gravemente sottovalutate dall’intelligence tedesca, nel 1972.

Per non ripetere gli errori delle olimpiadi di Monaco ’72, con i terroristi palestinesi lasciati liberi di muoversi nel Villaggio olimpico e i 17 morti (11 atleti israeliani, 5 terroristi e un poliziotto tedesco), a Londra tutto il Parco olimpico è stato cinto da una rete di filo spinato ad alto voltaggio, lunga 11 mila miglia.

falso-attaco-alieno-londra-03.jpg

 

Agenti del Mossad e dell’FBI

Fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio. Dopo la strage in Burgas del 17 luglio, in rinforzo a 3.800 agenti segreti britannici del MI5 e MI6, la stampa inglese ha rivelato che Israele ha inviato a Londra uomini dei servizi interni ed esterni Shin Bet e Mossad. Ufficialmente, il governo di Tel Aviv ha smentito un supporto diretto di intelligence alla Gran Bretagna. Il premier Benjamin Netanyahu ha tuttavia ammesso che Israele «vigila» anche sulle Olimpiadi inglesi.

Battezzata in codice “Baionetta”, l’operazione darebbe la caccia (anche a Londra) a una cellula di terroristi bianchi e convertiti all’Islam. Magari guidata da quello stesso Jefferson che le forze dell’ordine stanno ricercando come complice del kamikaze in Bulgaria. In borghese, nella city, per i Giochi saranno infine in azione anche 500 agenti americani dell’Fbi. [Fonte 1Fonte 2].

Una falsa invasione aliena alle Olimpiadi di Londra 2012?

Premio Nobel: una falsa invasione aliena per far ripartire l’economia!

Avvertimento della NASA: o l’umanità cambia o gli alieni ci distruggeranno

Luoghi comuni da sfatare sugli alieni (quelli veri)!

Falsa Invasione Aliena alle Olimpiadi di Londra 2012 – Un lettore del Navigatore segnala un video del National Geographic nel quale si ipotizza un attacco alieno su Londraultima modifica: 2012-07-27T09:33:23+02:00da kattolika177
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Falsa Invasione Aliena alle Olimpiadi di Londra 2012 – Un lettore del Navigatore segnala un video del National Geographic nel quale si ipotizza un attacco alieno su Londra

  1. Salve, ho visto anch’io quel documentario e anche tanti altri che girano su sky in questo periodo. Sembra attivata una politica di terrore contro gli alieni, ci sono programmi su programmi e li mandano in continuazione. Sarà un caso?
    Un saluto e complimenti per il blog

  2. Salve,anch’io sento parlare spesso e ovunque di possibile minaccia aliena.Secondo me,i governi mondiali cercano ancora di smentire l’esistenza aliena per un semplice motivo,continuare a manipolarci come vogliono.Quindi ci viene detto che sono una minaccia,quando in realtà potrebbero essere la nostra salvezza!!!secondo me non ci sarà nessun attacco alieno,ma ne approfitteranno di questo evento mondiale,per farsi vedere apertamente,è smentire tutti quelli che da sessantanni ci hanno sempre detto che non esiste possibilità di vita al di fuori del nostro pianeta. Un saluto e complimenti per il blog

  3. Beh… anche la canzone che hanno scelto per rappresentare le olimpiadi puzza un po’…. Si parla di combattimenti, resistenza e razza umana… A seguire la traduzione

    Survival – Muse
    Traduzione
    Una gara / La vita è una gara / E io la vincerò / Sì, la vincerò / Darò fuoco al carburante / E non sarò mai sconfitto / E scelgo di sopravvivere / A qualsiasi costo / Non mi sorpasserai / Manterrò quest’andatura / E darò la mia forza / A tutta l’umanità / Sì, sono preparato / A restare vivo / Non perdonerò / La vendetta, è mia
    E non mi arrenderò / Perché ho scelto di combattere / Sì, vincerò / Una gara / La vita è una gara / E io la vincerò / Sì, la vincerò / Darò fuoco al carburante / E non sarò mai sconfitto / E scelgo di sopravvivere / A qualsiasi costo / Non mi sorpasserai / Manterrò quest’andatura / E darò la mia forza / A tutta l’umanità / Sì, vincerò.
    Ma anche queste sono casualità… No?

Lascia un commento