X-37B: il misterioso velivolo si prepara per una nuova missione in ottobre – Perchè l’esercito americano è interessato allo spazio?

x37-b-rifornimento.jpgL’esercito degli Stati Uniti sta approntando la nuova missione del segretissimo velivolo robotico X-37B, che dovrebbe vedere il suo inizio entro la fine del prossimo mese di ottobre. Scopo principale della missione è quello di saggiare la resistenza dell’aereo e la sua riutilizzabilità, un pò come gli shuttle spaziali della NASA. La missione è stata denominata Orbital Test Vehichle 3 – OTV3, in quanto si tratta del terzo test dell’aereo – e partirà dalla base di lancio di Cape Canaveral.

“I preparativi per il lancio da Cape Canaveral sono iniziati”, ha dichiarato il maggiore Tracy Bunko in una conferenza stampa tenutasi al Pentagono. “Siamo pronti per il lancio entro ottobre, ma la data esatta resta ancora soggetta a modifiche in base alle condizioni meteo e ad altri fattori”.

Una missione misteriosa

Come per le precedenti due missione dell’X37-B, anche i dettagli di OTV3 sono stati classificati. Ma a quanto dicono i militari, l’attenzione principale è focalizzata sull’utilità della navetta e il suo riutilizzo per la spola tra la superficie terrestre e l’orbita del pianeta. Resta un interrogativo inevaso: perchè i militari americani sono interessati allo spazio?

“Uno degli aspetti più promettenti dell’X37-B è di avere a disposizione un sistema efficiente ed economico per trasportare rapidamente carichi utili o tecnologia da testare nello spazio”, ha dichiarato il maggiore Bunko. Ma a quel fine? Lo sviluppo di nuove armi spaziali? Oppure l’esercito è interessato allo sviluppo e utilizzo della Stazione Spaziale Internazionale per scopi militari?

05%20-%20X-37B%20-%20Missione-di-Collaudo.jpg

 

Un nuovo sito di atterraggio?

Mentre entrambe le precedenti missioni dell’X-37B sono atterrate sulla pista della base di Vandenberg, l’Air Force sta prendendo in considerazione la possibilità di utilizzare per le prossime missioni le infrastrutture del Kennedy Space Center della NASA, in Florida, il che significherebbe un ulteriore passo verso la militarizzazione della NASA e del volo spaziale in generale (almeno per gli americani). “Stiamo valutando di utilizzare il Kennedy Space Center per le operazioni di lancio, atterraggio e rifornimento, nel tentativo di risparmiare denaro”, spiega Bunko. 

Il lancio inaugurale del misterioso drone è avvenuto il 22 aprile 2010, in una missione orbitale durata 225 giorni. La seconda missione – OTV2 – ha avuto una durata di ben 469 giorni. Questa terza missione cercherà di superare la durata di OTV2? I militari non si sono sbilanciati su questo punto, ne è stata chiarita la natura della missione.

Secondo alcuni commentatori, tanta segretezza potrebbe essere giustificata dal fatto che l’X37-B potrebbe essere un drone-spia. Nel corso delle due missioni precedenti, la Cina rese noti i suoi timori sul fatto che il veicolo spaziale potrebbe essere la piattaforma per nuove armi orbitali o uno strumento per disattivare i satelliti.

04%20-%20X-37B%20-%20Missione-di-Collaudo.jpg

L’X37-B è una versione ridotta dello shuttle, la navicella della NASA ormai andata in pensione, utilizzato dalla Air Force Research per missioni di natura indeterminata. L’X37-B non ha pilota e può rimanere in orbita per missioni della durata superiore all’anno solare, molto più a lungo delle navicelle con equipaggio umano. Al suo interno è stato realizzato un vano di carico delle dimensioni di un furgone. [FonteFonte].

Missione segreta compiuta: X37-B, il misterioso velivolo

E’ possibile organizzare un lancio spaziale segreto?

4 miliardi di anni fa, la Terra aveva una seconda Luna!

Progetto Red Sun: già siamo stati su Marte?

X-37B: il misterioso velivolo si prepara per una nuova missione in ottobre – Perchè l’esercito americano è interessato allo spazio?ultima modifica: 2012-09-28T10:17:08+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento