Quel “disco volante” costruito dall’aviazione americana! Declassificati gli schemi tecnici

avrocar-ufo-01.jpgMolti avevano sospettato, per lungo tempo, che la US Air Force avesse uno speciale interesse per lo sviluppo di un velivolo a forma di disco volante. A quanto pare, i nostri amici fuffari degli anni ’60 non si sbagliavano.

Alcuni documenti dell’Aeronautical Systems Division, USAF (RG 342 – Records of United States Air Force Commands, Activities, and Organizations), declassificati di recente, rivelano che l’aviazione americana stesse davvero sviluppando e sperimentando velivoli del genere, ma con risultati molto diversi da quelli che gli ingegneri avevano sperato.

I documenti mostrano come la US Air Force avesse sottoscritto diversi contratto con società di sviluppo aeronautico ormai non più esistenti. L’archivio nazionale americano ha recentemente pubblicato degli schemi tecnici mai visti prima e alcuni dettagli di un progetto militare avviato nel 1950. Il nome dato all’impresa fu “Progetto 1794” e il suo scopo era quello di costruire un disco volante supersonico.

Il velivolo avrebbe dovuto raggiungere una velocità massima tra Mach 3 e Mach 4, e raggiungere una quota massima di circa 1.000 miglia nautiche. L’immagine di seguito fa parte di un documento intitolato “Project 1794, relazione di sintesi sullo sviluppo finale”. Al suo interno è possibile ammirare una riproduzione artistica di quello che sarebbe dovuto essere l’esito finale del progetto. La didascalia recita: “USAF Progetto 1794”.

avrocar-ufo-02.jpg

avrocar-ufo-03.jpg

avrocar-ufo-04.jpg

Il “VZ-9-AV Avrocar” era un aereo canadese VTOL sviluppato sulla base degli aeromobili Avro, come parte di un progetto segreto militare degli Stati Uniti effettuato nei primi anni della Guerra Fredda. Furono costruiti due prototipi che sarebbero subentrati ai caccia USAF e US Army.

Nel test di volo, l’Avrocar mostra tutti i problemi irrisolti di spinta e di stabilità che hanno poi convinto i tecnici ad abbandonare il progetto. L’idea era quella di sviluppare un “disco volante” capace di volare nella stratosfera ad una velocità di 2.600 miglia all’ora.

Lo sviluppo di tali veicoli, nel tempo, si è mostrato impossibile, anche per la scarse tecnologia disponibile al tempo dello sviluppo. Il Project 1794 è stato definitivamente abbandonato nel 1960. Quindi, qualunque cosa siano gli UFO visibili ai giorni nostri, una cosa è certa: non si tratta dell’Avrocar!

Web Bot: la profezia sul 2012 svelata da un software!

Cancellare i ricordi: inquietante tecnoca di manipolazione

X-37B: il misterioso velivolo si prepara ad un altro volo

In arrivo ISON: la cometa 15 volte più luminosa della Luna

Anche le pulsar possono avere sistemi planetari

Quel “disco volante” costruito dall’aviazione americana! Declassificati gli schemi tecniciultima modifica: 2012-10-09T22:45:00+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento