Eccezionale emissione energetica dal centro della Via Lattea

chandra-via-lattea-01.gifGli astronomi hanno registrato la più forte emissione di tutti i tempi, da quando si fanno osservazioni, del buco nero ipermassiccio Sagittarius A, che si trova nel centro della Via Lattea. L’intensità dell’emissione supera di 150 volte quella di fondo per Sagittarius A.

La fonte dell’emissione si presenta come un buco nero ipermassiccio, che si trova nel centro della nostra galassia alla distanza di 26 mila anni luce dalla Terra. E’ stato possibile registrare l’esplosione dell’attività grazie al telescopio Chandra, destinato alla ricerca di fonti spaziali di raggi X.

Come ormai è noto, al centro della nostra galassia si trova un buco nero denominato Sagittarius A, il quale, nonostante le sue dimensioni, emette pochissima energia. Infatti, Sagittarius A emette la stessa energia del nostro Sole, anche se è 4 milioni di volte più massiccio. Tuttavia, gli astronomi hanno osservato che quasi una volta al giorno, il buco nero ha una specie di scossa, emettendo un breve lampo di luce prima per poi tornare alla condizione precedente. Non è ancora chiaro cosa provochi questi brevi flash. Gli scienziati hanno cominciato a monitorare queste esplosioni periodiche con l’intento di comprendere meglio il funzionamento dei buchi neri.

Grazie a un team di scienziati del MIT, dell’Università di Amsterdam e dell’Università del Michigan, dalle osservazioni ricavate dal Chandra X-Ray Observatory della NASA, si è scoperta l’eruzione energetica di Sagittarius A più intensa mai osservata. Il bagliore, registrato a 26 mila anni luce di distanza dalla Terra, è stato di 150 volte più intenso della luminosità solita del buco nero. Il bagliore è stato individuato nelle registrazioni del febbraio 2012.

chandra-via-lattea-filmato.gif

Gli scienziati si interrogano sulla causa di tale fenomeno che, per certi aspetti, rimane un mistero. Cosa provoca l’emissione di questi flash energetici? Secondo alcune teorie, i bagliori energetici sarebbero provocati dal buco nero nell’atto di fagocitare qualche malcapitato asteroide o pianeta errante. In sostanza, il buco nero ingoia la materia di un qualche corpo celeste per poi “eruttare” bagliori di raggi X: è una trasformazione della materia in energia. Questa teoria sembra convincere buona parte degli astronomi.

chandra-via-lattea-02.jpg

“Probabilmente, per un motivo che non conosciamo, Sagittarius A ha inghiottito più materia del normale”, ha spiegato Michael Nowak, ricercatore presso l’MIT e co-autore dello studio comparso sulla rivista Astrophysical Journal. Ormai gli astronomi sono al corrente che tutte le galassie hanno al loro centro uno o più buchi neri che funzionano un pò come degli aspirapolvere, divorando tutta la materia circostante per poi emettere grandi quantità di energia.

Tuttavia, la fisica che sta alla base di tale fenomeno rimane ancora un grande mistero che il team di scienziati, e le nuove generazioni di ricercatori, sperano di poter risolvere grazie alle osservazioni future ottenute con il telescopio Chandra. [Fonte].

Eccezionale emissione energetica dal centro della Via Latteaultima modifica: 2012-11-07T16:44:37+01:00da kattolika177
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento