Il 2013 sarà l’anno delle comete e degli asteroidi: Ison sarà più brillante della Luna

Con il passaggio di due comete, di cui una che si annuncia più brillante della luna piena e visibile in pieno giorno, il 2013 sarà l’anno delle comete.

Ma sono previsti anche appuntamenti con asteroidi, eclissi di Luna e le immancabili stelle cadenti.  Insomma, l’anno nuovo ci vedrà molto spesso con il naso all’insù!

 

 

Comete

La prima cometa, che si chiama Panstarrs, sarà visibile in primavera, «quando nel mese di marzo passerà a circa 50 milioni di chilometri dalla Terra» spiega l’astrofisico Gianluca Masi, curatore scientifico del Planetario di Roma e responsabile del Virtual Telescope.

Ma lo spettacolo che si annuncia memorabile sarà quello della cometa Ison che, rileva Masi, potrebbe essere la più bella degli ultimi 100 anni, se sopravviverà al passaggio ravvicinato al Sole. Questa cometa, secondo le previsioni, sarà visibile dal novembre 2013 al gennaio 2014 e, rileva Masi, Ison potrebbe eguagliare e superare la luminosità della Luna, diventando visibile in pieno giorno.

Ison è un corpo celeste di circa due miglia di diametro ed è stata scoperta da due astronomi russi dilettanti, Vitali Nevski e Artyom Novichonok. La conferma della scoperta dell’oggetto è arrivata pochi mesi dopo e grazie ad un certo numero di osservazioni, un gruppo internazionale di astronomi ha confermato che Ison era catalogabile come cometa.

“L’oggetto si muove lentamente e ha un movimento abbastanza regolare. Ma non potevamo essere certi che si trattasse di una cometa, perchè le dimensioni delle nostre immagini sono piuttosto piccole e l’oggetto risulta molto compatto”, spiega Artyom Novichonok in un commento rilasciato sulla mailing listi di Yahoo.

Secondo la Nasa, la cometa sta viaggiando verso il Sole tra le orbite di Giove e Saturno. Ad ottobre del 2013 passerà vicino Marte (e Curiosity dovrebbe poter scattare qualche foto). Il 28 novembre 2013, Ison raggiungerà il suo perielio transitando a “soli” 2 milioni di chilometri dal centro del Sole.

 “Ison è sulla buona strada per diventare una delle comete con la coda più spettacolare mai osservata. Il passaggio ravvicinato alla superficie del sole farà evaporare tutta la massa ghiacciata della cometa”, spiega l’astronomo Donald Yeomans, capo del programma Near Earth NASA oggetto al Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, in California.

Se il Sole non disintegrerà Ison, verso la fine di dicembre 2013 la cometa dovrebbe trovarsi nel punto più vicino alla Terra, mostrando tutta la sua straordinaria luminosità. Ison potrebbe essere la cometa più brillante apparsa nei nostri cieli dal 1965, tanto da poter essere visibile anche in pieno giorno. Secondo gli astronomi, i migliori avvistamenti saranno possibili nell’emisfero settentrionale, anche se la cometa sarà visibile in tutto il mondo.

 

Altri eventi astronomici

Daranno spettacolo nel cielo stellato anche due asteroidi che passeranno vicini alla Terra ma a una distanza di tutta sicurezza: Apophis, il 9 gennaio, e l’asteroide 2012 DA14, il 15 febbraio. Nel 2013 sono previste anche con due eclissi parziali di Luna, la prima il 25 aprile e l’altra il 19 ottobre che sarà una eclissi di “penombra”.

«La Terra – spiega Masi – proietta nello spazio la sua ombra e una penombra, dovuta all’atmosfera terrestre, la Luna passerà in questa penombra e si noterà appena un calo di luce del nostro satellite». Da non mancare anche gli appuntamenti con le stelle cadenti: le Perseidi l’11 e il 12 agosto e le Geminidi, il 13 e il 14 dicembre.

Il 2013 sarà l’anno delle comete e degli asteroidi: Ison sarà più brillante della Lunaultima modifica: 2013-01-03T14:28:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento