Aumentano in Russia i fenomemi naturali anomali

anomalie-naturali-russia.jpgL’anno scorso è stato stabilito il record per il numero dei fenomenti naturali pericolosi che si sono abbattuti sulla Russia. Questa è la conclusione del Comitato meteorologico russo, che ha confrontato i dati delle osservazioni registrate nel corso di molti anni.

Rispetto al 2011 i cataclismi sono aumentati del 30%. Gli esperti cercano di tranquillizzare la popolazione affermando che non è il caso di farsi prendere dal panico, ma bisogna solo prendere tempestivamente i necessari provvedimenti.

Nel 2012 i meteorologi russi hanno registrato 469 fenomeni pericolosi che hanno portato alla morte di quasi 200 persone. Il danno materiale arrecato all’economia del paese è stimato in 6,5 miliardi di dollari. Nel 2011 le anomalie naturali sono state molto meno frequenti, ossia un po’ più di 300. 

La storia delle osservazioni meteorologiche non conosce balzi così estremi, ha detto a “La Voce della Russia” Aleksandr Golubev, rappresentante del Rosghidromet (Servizio federale di idrometeorologia e di monitoraggio dell’ambiente della Russia):

“Si può dire che questa drastica crescita è dovuta innanzitutto all’aumento di fenomeni locali come le piogge torrenziali, tormente, grandinate, piene, colate detritiche torrentizie. È aumentato infatti del 30% il numero delle anomalie difficilmente prevedibili.

Ciò avviene in primo luogo in estate quando, soprattutto in periodi torridi e durante il passaggio dei fronti atmosferici, si formano potenti cumuli. Nella zona di questi fronti si sviluppano appunto fenomeni naturali pericolosi”.

L’anno scorso, a causa della siccità, il raccolto del grano in Russia è stato di un quarto minore. In 20 regioni della Russia è stato introdotto per il caldo il regime di emergenza. È stata registrata la massima estensione degli incendi boschivi in 10 anni.

Uno “tsunami” di neve colpisce la Russia: incredibili immagini

Ecco le prima analisi del meteorite caduto sugli Urali

Secondo Aleksandr Golubev, questi incendi insieme con gli uragani e le alluvioni rapprersentano le tre calamità più pericolose:

“Gli incendi sono terribili. Scoppiano ogni anno sul territorio della Russia. Immensi territori del nostro paese sono coperti infatti da boschi. In primavera alberi secchi s’infiammano da soli e il fuoco passa spesso ai boschi vivi.

I focolai degli incendi boschivi vengono seguiti dallo spazio e l’informazione ottenuta viene trasmessa al Ministero per la gestione delle situazioni d’emergenza (MČS). È un immenso lavoro che richiede molte forze e mezzi. Non sempre, putroppo, si riesce a prevenire questa terribile calamità”.

Le forze della natura imperversano non sono in Russia. Grandi incendi colpiscono l’Europa. Tornado devastanti si abbattono sugli USA, alluvioni a catena colpiscono le province cinesi. L’esperto rileva:

“Ciò è dovuto all’attivizzazione dei cicloni tropicali del Pacifico che producono la loro influenza uscendo verso nord e verso il territorio della Repubblica Popolare Cinese, soprattutto sulla costa.

Qui, come anche nell’Estremo Oriente, sorgono grandi problemi. Quest’inverno vi si è registrata un’intensa attività ciclonica: forti venti, tempeste di neve, quandi quantità di precipitazioni”.

Rosghidromet intende elevare l’affidabilità delle previsioni. Questa è la chiave del successo nella lotta contro le calamità. A questo scopo è allo studio lo sviluppo di un nuovo gruppo spaziale di satelliti meteorologici e l’estensione della rete delle stazioni di monitoraggio e dei radar meteorologici esistenti.

Anche quest’anno ci riserverà sicuramente delle sorprese. Una di esse è già arrivata dallo spazio e i media mondiali discutono le cause e le conseguenze della caduta del meteorite negli Urali.

Aumentano in Russia i fenomemi naturali anomaliultima modifica: 2013-03-28T12:01:27+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento