Vita segreta dei gatti: cosa fanno quando i padroni non li guardano?

gattino.jpgPredatori della notte, i gatti amano curiosare anche al di fuori delle proprie mura domestiche. Ciò che fanno quando girovagano è per lo più un mistero, ma un esperimento realizzato in collaborazione dalla BBC, dal Royal Veterinary College e dalle università britanniche di Lincoln e Bristol ha dato una risposta a questa domanda.

Le modalità sono semplici: cinquanta gatti hanno indossato un collare GPS (alcuni di loro anche una mini-telecamera, realizzata per non dolere all’animale) per monitorare così gli spostamenti notturni 24 ore su 24 nell’arco di sei giorni.

“Il risultato? Gli scienziati hanno scoperto che i gatti tendono a condividere parzialmente il territorio evitando il confronto con gli altri felini e visitano le altrui case” si legge nel report finale di BBC News, dov’è possibile leggere i movimenti di dieci gatti. “Comunque, i video delle telecamere hanno ugualmente evidenziato litigi per il territorio. Vi è stato inoltre un’incidente con una volpe e un nido di uccellini.”

Protetto dal buio della notte, mentre i padroni dormono, Kato si avventura nell’oscurità allontanandosi centinaia di metri da casa. Divide lo stesso territorio con la gatta Phoebe: abitano vicino, lei vive dall’altra parte della strada, ma quando escono fanno di tutto per non incontrarsi mai.

Deebe invece ha più di dieci anni, ma nel quartiere è appena arrivato: forse anche per questo le sue uscite sono più che altro veri e propri giri di perlustrazione, nel tentativo di stabilire i confini del suo territorio. Claude è più coraggioso: usa il tempo libero per entrare nei giardini degli altri e rubare il cibo dalle ciotole dei suoi ‘concittadini’.

Anche i gatti quindi paiono avere una sorte di “codice comportamentale”: evitano di invadere il territorio altrui nella maggior parte dei casi, ma i più audaci sono pronti a sfidarne il momentaneo proprietario pur di allargare la propria “mappa personale”.

Nessuno di quelli interessati inoltre ama allontanarsi troppo da casa: la più affezionata è Rosie, solo 40 metri, mentre il più indipendente è Ginger, che distanza quasi 200 metri dalla propria dimora.

Leggi:

Birdwatcher: i gatti sono una minaccia per l’ecosistema terrestre!

“Conosciamo molto di più il comportamento dei felini selvaggi rispetto quelli addomesticati” ha commentato Alan Wilson, facente parte del team del Royal Veterinary College. “Tracciare simultaneamente i movimenti di 50 gatti ‘vicini’ è stata un’opportunità fantastica per scoprire di più riguardo le loro attività, interazioni e comportamento territoriale.”

I padroni di questi gatti, fino a poco tempo fa, erano all’oscuro delle abitudini dei loro mici. Solo grazie a ‘La vita segreta dei gatti’, sono riusciti a capire qualcosa in più sulle vite dei loro animali. I risultati di questo esperimento? I gatti tendono spesso a non superare i confini territoriali di altri gatti: quando lo fanno scelgono momenti in cui i vicini non ci sono.

Anche se rimangono lontani da casa per ore, spesso tendono a non allontanarsi più di 50 metri, preferendo aggirarsi sempre nella stessa area. Ma i filmati hanno rivelato anche ‘liti’ per contendersi la stessa zona, un incontro con una volpe e l’attacco a un nido di uccellini.

Vita segreta dei gatti: cosa fanno quando i padroni non li guardano?ultima modifica: 2013-06-14T12:54:55+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento