Marte News: Viaggi di nozze, Curiosity scassato, comete e rover alieni

rover-militare-alieno-marte-01.jpgUna società privata americana lancia l’ambizioso progetto: in cinque anni, una coppia di sposi potrebbero andare in viaggio di nozze intorno al pianeta rosso. Tempo di viaggio: 501 giorni.

Problemi per Curiosity: Un problema alla memoria di uno dei due computer di bordo del rover ha fatto scattare la “modalità provvisoria” del sistema operativo: stop momentaneo all’attività scientifica per risolvere il danno.

C’è una cometa che punta verso Marte: si chiama C/2013 A1 la cometa scoperta quest’anno e che gli esperti stanno tenendo d’occhio ormai da 74 giorni. I calcoli fanno pensare che il 19 ottobre 2014 la cometa entrerà nell’orbita di Marte. L’avvicinamento massimo previsto finora è di 109 mila chilometri dal pianeta rosso, ma non è da escludersi un impatto.

Veicolo militare su Marte! Una strana formazione rocciosa somiglia ad una sorta di rover militare. L’ennesima illusione ottica?

Nel 2018 un uomo ed una donna potrebbero andare in luna di miele su Marte. Tempo in volo nello spazio: 501 giorni, per arrivare a sorvolare il pianeta rosso e poi tornare indietro. A realizzare l’idea non sarà né la Nasa, né le omologhe agenzie spaziali russa o cinese ma una società privata Usa, la Paragon Space Development Corp., guidata da Taber McCallum e dal milionaro Dennis Tito.

Quest’ultimo è un ex ingegnere Nasa, passato alla storia per essere stato il primo ad andare nello spazio pagando un biglietto ai russi per un posto su una sonda Soyuz, con cui raggiunse nel 2001 la Stazione Spaziale Internazionale. 

Secondo McCallum, a rendere molto più facile di quanto si pensi l’impresa il fatto che la loro navicella non atterrerà su Marte ma effettuerà solo un passaggio a bassa quota per poi tornare indietro. Il tutto ricorrendo ad una navicella e ad un razzo già esistenti, anche se sono stati forniti ulteriori particolari. Il costo dell’impresa sarà di poco inferiore al miliardo di dollari. [tg1.rai.it]

 

Problemi all’hard disk di Curiosity

marte-curiosity-scoperta-01.jpgE’ una di quelle notizie che ci fanno sorridere e sentire meno soli: anche il computer a bordo del rover Curiosity, in missione su Marte dallo scorso agosto, si è impallato per un problema alla memoria e gli scienziati che lo guidano dal centro di comando della Nasa lo hanno messo in ‘modalità provvisoria’. 

Certo, la tecnologia di Curiosity è un pò più avanzata (non ce ne voglia Microsoft) di quella che c’è nei sistemi operativi Windows sui nostri computer, a casa o al lavoro. Ma anche su Marte ogni tanto bisogna ‘riavviare’ il sistema per ripartire.

Il passaggio volontario alla safe mode è scattato alle 2.30 del mattino del 28 febbraio. Si tratta di uno stato di minima attività, in cui l’invio dei dati e le attività scientifiche di analisi del terreno marziano sono sospese, mentre è mantenuta la comunicazione con la Terra.

Secondo quanto hanno spiegato tecnici del Jet Propulsion Laboratory della Nasa, la squadra che si occupa della missione Curiosity, il problema è sorto per un danno alla memoria di uno dei due computer a bordo del rover. Curiosity è infatti equipaggiato con due computer ridondanti, ovvero che compiono le stesse operazioni, uno come unità principale e l’altra di backup. 

L’errore del “computer A” ha innescato la modalità provvisoria, e il lato B ha preso il controllo delle operazioni. Ma finché non verrà sistemato l’altro computer, che a quel punto avrà la funzione di sicurezza, le attività scientifiche sono sospese. Secondo gli esperti della Nasa, entro pochi giorni tutto dovrebbe tornare alla normalità e Curiosity potrà riprendere a mangiare e digerire il terreno marziano. Ma prima deve riavviarsi come un qualsiasi pc. [repubblica.it]

 

Una cometa impatterà su Marte?

impatto-marte.jpgUn anno movimentato questo 2013, tra asteroidi, meteore e comete. Parlando proprio di quest’ultime, alcuni astronomi ritengono ora ci sia una remota possibilità che una cometa colpisca o sfiori il pianeta Marte nel 2014.

Gli esperti stanno ancora determinando la traiettoria della cometa chiamata C/2013 A1. Anche se non ci sarà un impatto, l’incontro con il pianeta rosso si potrà vedere abbastanza bene da Terra: su Marte probabilmente potrà essere osservata con una magnitudine di -4.

Il corpo celeste ghiacciato è stato avvistato per la prima volta in Australia, dall’Osservatorio Siding Spring in New South Wales, dal cometologo Robert McNaught. Non appena è stata individuata, gli astronomi del Catalina Sky Survey in Arizona hanno ricontrollato le loro osservazioni precedenti, trovando una prima immagine risalente all’8 dicembre 2012. Ormai sono passati 74 giorni dal primo avvistamento, e secondo i calcoli di alcuni astrofili ed esperti di comete, la traiettoria della cometa incrocerà l’orbita di Marte il 19 ottobre 2014.

Ma quanto si avvicinerà al pianeta? Secondo i primi calcoli, non più di  109 mila chilometri di distanza. Ma 74 giorni di osservazione sono ancora troppo pochi per stabilire con precisione l’avvicinamento massimo, da qui a 20 mesi. La cometa C/2013 A1 potrebbe passare a una distanza di sicurezza di 0.008 AU (1 milione di chilometri). Ma potrebbe anche, all’altro estremo, trovarsi in rotta di collisione con Marte.

Dato che è una cometa iperbolica e si sposta in un’orbita retrograda, la sua velocità rispetto al pianeta sarà molto elevata: viaggerà a circa 56 chilometri al secondo. In base alla stima attuale della magnitudine assoluta del nucleo (che indicherebbe un diametro del corpo fino a 50 km), l’energia liberata da un impatto sarebbe equivalente a 2×1010 megatoni: un impatto di questa portata potrebbe lasciare un cratere di 500 chilometri di diametro e 2 chilometri di profondità. E sarebbe uno spettacolo straordinario, visto da Terra. [media.inaf.it]

 

Un rover militare alieno

Sul web arriva la notizia di un altro strano oggetto sulla superficie del pianeta rosso. Dopo la formazione che somigliava in maniera impressionante al fossile di un alieno ucciso da una roccia, secondo ufosightingsdaily.com, in una delle immagini inviate a Terra dal robottino Spirit (Sol 2114) apparirebbe quello che sembra essere un veicolo militare. L’immagine non è recentissima, infatti risale al 2011. Ma sembra che solo ora abbia cominciato a fare il giro del web.

rover-militare-alieno-marte-03.jpg

rover-militare-alieno-marte-02.jpg

Sulla pagina delle immagini Sol 2114 figura anche una misteriosa foto censurata:

rover-militare-alieno-marte-04.jpg

La roccia, probabilmente frutto di una “fortunata” erosione dovuta ai venti marziani, sembra essere notevolmente simmetrica, tanto da sembrare frutto di un intervento artificiale. Inutile dire che, come al solito, l’immagine creerà due schieramenti opposti, quelli che sgarbatamente liquideranno la formazione come frutto dell’erosione naturale e quelli che, altrettanto sgarbatamente, invocheranno l’esistenza di un’antica civiltà marziana e il conseguente cover-up da parte dei governi mondiali. Quanto è faticosa la verità…

Marte News: Viaggi di nozze, Curiosity scassato, comete e rover alieniultima modifica: 2013-03-03T08:53:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento