Ancora guai per McDonald’s: vetro, preservativi e topi morti nel cibo

mcdonad%2527s.jpgLa nota catena di ristoranti fast food americana è stata di nuovo citata in giudizio per problemi legati alla qualità della preparazione dei cibi servizi ai suoi clienti.

Questa volta è stata una cantante gospel di Brooklyn, Jaqueline Simpson, ha denunciare McDonald’s, secondo la quale la sua voce sarebbe stata irrimediabilmente rovinata da un pezzo di vetro contenuto nel suo panino di pollo. Il vetro avrebbe danneggiato le sue corde vocali, compromettendo per sempre la sua carriera artistica.

Secondo il New York Post, il fatto è avvenuto nel maggio 2010 in uno dei ristoranti nei pressi del World Trade Center. I documenti della causa intentata dalla cantante dicono che la voce della cantante è diventata ‘roca’ e ruvida’, dopo aver ingerito il panino incriminato.

La Simpson, oltre ad essere una cantante gospel locale, è anche impiegata dell’Ufficio del Procuratore generale dello Stato e, dopo l’incedente, capita sempre più spesso che al telefono venga scambiata per un uomo: “Faccio un sacco di telefonate di lavoro, e ogni volta devo dire alle persone che non sono un uomo. Prima dell’incidente non mi era mai successo”.

Insomma, i ‘fast food’ non trovano pace e per McDonald’s questo è solo l’ultimo di una lunga lista di incidenti capitati nei suoi ristoranti.

“Siate certi che prendiamo molto seriamente queste questioni. Fornire cibo e bevande sicure è una priorità dei nostri ristoranti”, ha detto in una dichiarazione rilasciata all’Huffington Post, Paul Goodman, proprietario e gestore di alcuni ristoranti della catena McDonald’s a Manahattan.

Secondo il ristoratore affiliato, dopo questo incidente i suoi punti vendita saranno sottoposti ad una indagine rigorosissima per capire come possa essere successo e siccome è in corso una questione legale, ha preferito non rilasciare ulteriori dichiarazioni.

La disavventura capitata alla Simpson è solo l’ultima di una serie di sorprese sgradevoli trovate nel cibo di McDonald’s. Negli ultimi 20 anni, le persone che hanno mangiato presso uno dei suoi fast food ha messo a rischio la sua vita, e non solo per questioni legate al peso forma e al colesterolo.

Altri articoli sui Fast Food:

Il panino di McDonald’s che non si decompone: Mac Highlander!

Sette buoni motivi per stare lontano da McDonald’s

Carne di cavallo negli hamburger di Burger King

Tracce di DNA umano nella carne tritata del Sud Africa

Ecco un elenco delle cose più strane che i clienti di McDonald’s hanno trovato, e di tanto in tanto mangiato, in uno dei suoi ristoranti:

5) Preservativo: in un ristorante di Chicago, un bambino ha mangiato un preservativo usato trovato in un parco giochi della McDonald’s (No, il condom non è stato trovato nel cibo, ma la gravità della cosa merita di essere menzionata);

4)Vermi: nel 2011, un uomo in Australia ha trovato tra i 20 e 30 vermi che strisciavano nel suo Big Mac: veramente disgustoso!

3) Orecchino: nel 2012, una donna della Georgia si è accorta che nel burrito di sua figlia di quattro anni c’era un piercing da naso;

2) Chiodo: un uomo in Svezia ha rischiato grosso quanto ha scoperto che nel suo hamburgher di McDonald’s c’era un chiodo lungo due centimetri;

1) Topo morto: la moglie di Todd Haley, il coach assistente dei Dallas Cowboys, a metà della sua insalata si è accorta della presenza di un topo morto.

Ancora guai per McDonald’s: vetro, preservativi e topi morti nel ciboultima modifica: 2013-05-27T06:48:05+02:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Ancora guai per McDonald’s: vetro, preservativi e topi morti nel cibo

Lascia un commento