Lord Rothschild scommette sulla fine dell’Euro? Ormai la moneta unica è data per spacciata

lord-jacob-rothschild.jpgNon è più una questione di possibilità, è solo una questione di tempo. L’Euro, il grande sogno che sarebbe dovuto diventare la panacea a tutti i mali sociali ed economici del vecchio continente, si sta trasformando nel peggiore degli incubi.

Cittadini, imprese e istituzioni si trovano a fronteggiare le conseguenze di un progetto di moneta unica nato male e gestito peggio. Quasi tutti sono convinti della fine imminente dell’Euro. Tra questi c’è un oscuro personaggio, Lord Jacob Rothschild, un membro anziano della dinastia bancaria dei Rothschild.

Lord Rothschild ha preso posizione nel confronti dell’Euro attraverso il suo RIT Capital Partners, il fondo di investimento da lui creato negli anni ’60, che oggi ha un valore di circa 1,9 miliardi di sterline (2,5 miliardi di Euro) e di cui è presidente esecutivo. E’ noto che in finanza ad alti rischi equivalgano alti rendimenti. La risposta sta in una regola d’oro della finanza: il rendimento è sempre direttamente proporzionale al rischio. In parole povere: più un investimento è rischioso più i suoi rendimenti devono essere alti per invogliare le gente a fare quell’investimento. 

Per chiarire il concetto: se aumenta il rendimento di un titolo d’investimento (titoli di stato, valute, azioni, ecc…) diminuisce il prezzo di acquisto del titolo che, grazie alla sua quotazione, dovrebbe attrarre nuovi investitori. Se i rendimenti aumentano vi è un aumento del premio a rischio. Un crescente aumento dei rendimenti sintetizzerebbe il fatto che il mercato non considera ben prezzato il rischio, cioè chi compra i titoli vuole un premio a rischio maggiore rispetto a quello attuale. Insomma, il premio per il rischio (il rendimento) aumenta all’aumentare della probabilità di insolvenza.

L’esposizione valutaria è una variabile che va tenuta presente quando si investe in un fondo di investimento diversificato: a volte può essere un plus molto valido, altre invece rivelarsi un bastone tra le ruote che annulla la performance ottenuta dallo strumento sottostante. Partendo da questo presupposto, l’anziano banchiere illuminato, alla fine di luglio, ha innalzato dal 3 per cento alla soglia critica del 7 per cento il rendimento del fondo RIT per quegli assets legati all’esposizione valutaria dell’Euro. Dato il valore patrimoniale del fondo pari a 2,5 miliardi di euro, Lord Rothschild scommette 175 milioni di Euro sul fallimento dell’Euro!

Il fatto che l’ex banchiere di investimento abbia fatto una mossa del genere, influenzerà ulteriormente l’andamento dei mercati, rendendo ancora più difficile il cammino per la valuta europea accelerandone, probabilmente, il fallimento. Fonti vicine al vecchio illuminato suggeriscono che la strategia di Rothschild non è dettata da una visione dogmaticamente negativa dell’euro come moneta, ma piuttosto da un approccio realistico su una moneta che rimane relativamente debole: Jacob il Cinico.

merkel-draghi.jpgSecondo la valutazione di Jacob il Cinico – ahimè realistica – la Banca Centrale Europea continua a cercare di rianimare un cadavere morto da sempre, pompando denaro nelle casse dei paesi fortemente indebitati come Grecia, Irlanda, Portogallo e Spagna. Ma è ormai opinione di tutti i grandi investitori mondiali che è solo una questione di tempo prima che la moneta unica europea venga consegnata alla discarica della storia economica. La scorsa settimana, l’autorevole giornale tedesco Der Spiegel ha riferito che “le banche, le aziende e gli investitori si stanno preparando per il crollo dell’euro”. 

Anche la Finlandia, come si apprende dal suo Ministro degli esteri Erkki Tuomioja, si sta preparando al fallimento della moneta europea. Tuomioja ha sostenuto che la fine dell’euro potrebbe rendere l’UE più forte. Il cancelliere tedesco Angela Merkel e Mario Draghi, presidente della BCE, in un delirio dogmatico-religioso in favore del Dio Euro, hanno entrambi detto che faranno di tutto per mantenere in vita la moneta unica. Il caso Euro da questione economica, rischia di diventare una questione di bioetica: accanimento terapeutico! [FonteFonte].

Non è vero che uscire dall’Euro è impossibile

Telegraph: l’Italia sarebbe avvantaggiata se uscisse dall’Euro

La follia del devito pubblico è un’invenzione recente

Ecco perchè Mario Monti non deve governare l’Italia

L’Italia nelle mani del gruppo Bilderberg e soci

Lord Rothschild scommette sulla fine dell’Euro? Ormai la moneta unica è data per spacciataultima modifica: 2012-08-21T11:15:00+02:00da kattolika177
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento