Scoperta la più grande struttura cosmica dell’Universo, e non dovrebbe esistere!

Large%2520Quasar%2520Gruop%2520-%252001.jpgUn gruppo di astrofisici, guidato da Roger Clowes dell’Istituto Jeremia Horrocks dell’Università del Central Lancashire, ha scoperto la più grande struttura mai osservata nell’Universo, talmente grande che secondo la moderna teoria cosmologica non dovrebbe neanche esistere. 

La struttura, che si estende per 4 miliardi di anni luce, è formata da un agglomerato di quasar (da Quasi Stellar Radio Source), nuclei di galassie formatesi durante le fasi iniziali dell’universo. La straordinaria scoperta potrebbe mettere in crisi uno dei pilastri della nostra comprensione dell’Universo, il cosiddetto “Principio Cosmologico”.

“Questa scoperta è stata una grande sorpresa. Batte ogni record cosmologico in quanto a grandi strutture rilevate nell’universo noto”, ha dichiarato Clowes. Giusto per fare un confronto, la nostra galassia, la Via Lattea, si estende solamente per un centinaio di migliaia di anni luce, mentre il Superammasso Locale di galassie (detto anche Superammasso della Vergine, che contiene il Gruppo Locale all’interno del quale c’è la Via Lattea), si estende solamente per un centinaio di milioni di anni luce.

Che i quasar potessero formare immensi ammassi grandi più di 700 milioni di anni luce era noto da tempo, spiega Clowes. Ma la dimensione epica di questo gruppo di 73 quasar ha lasciato gli astronomi a grattarsi la testa. Il problema è che gli attuali modelli astrofisici sembrano indicare che il limite superiore per le dimensioni di una struttura del genere dovrebbe essere non più di 1,2 miliardi di anni luce. [Alcuni enigmi della scienza potrebbero rimanere insoluti per sempre].

Large%2520Quasar%2520Gruop%2520-%252002.jpg

“I risultati dello studio rappresentano una sfida per la nostra attuale comprensione dell’universo. Ora come ora, la presenza di questa struttura è un mistero”, continua Clowes. La struttura titanica, soprannominata Large Quasar Group (LQG), sembra contraddire anche le leggi un altro principio cosmologico largamente accettato, secondo il quale l’universo dovrebbe apparire piuttosto uniforme se osservato alle scale più grandi. “Questo potrebbe significare che la nostra descrizione matematica dell’universo è il risultato di una semplificazione troppo netta”.

La scoperta di questa enorme struttura non è importante solamente per le sue dimensioni record, ma anche perchè potrebbe far luce sull’evoluzione delle galassie simili alla nostra Via Lattea. I quasar, che emettono potenti getti di energia, sono tra gli oggetti più brillanti e più energetici dell’universo giovane: rappresentano una delle prime, brevi, tappe nell’evoluzione della maggior parte delle galassie. [Una nuova forza oscura si aggira per l’Universo].

Large%2520Quasar%2520Gruop%2520-%252003.jpg

“Anche se è difficile capire la scala di questo grande gruppo Quasar, possiamo affermare con una certa sicurezza che è la più grande struttura mai vista in tutto l’Universo. Questo è estremamente interessante, se non altro perché è in contrasto con la nostra attuale comprensione della scala dell’Universo.  

Anche viaggiando alla velocità della luce, ci vorrebbero 4 miliardi di anni per attraversarlo. Questo è importante anche perché mette in discussione il Principio Cosmologico, che è stato ampiamente accettato a partire da Einstein. Il nostro team ha preso in esame altri casi analoghi che aggiungono ulteriore peso a questa sfida, e continueremo a indagare su questi fenomeni”.

Scoperta la più grande struttura cosmica dell’Universo, e non dovrebbe esistere!ultima modifica: 2013-01-17T09:21:39+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento