Cosa sono gli “Eventi X”? Eventi improbabili, sempre più frequenti!

eventi-x.jpgUn’esplosione nucleare, un’epidemia globale, un blackout delle reti elettriche o un collasso dei mercati finanziari.

Il mondo ci dimostra che il futuro non è così prevedibile e non tutti i rischi sono controllabili. Abbiamo una sola certezza: la civiltà contemporanea poggia su pilastri precari come un fragile castello di carte.

John Casti, teorico dei sistemi complessi, richiama la nostra attenzione sui fatti davanti ai quali voltiamo la testa e ci allerta sulle vulnerabilità a quegli eventi causati dall’uomo, possibili e nello stesso tempo rari e sorprendenti, che mettono a repentaglio la nostra vita quotidiana. 

Il futuro non è affatto roseo e se non interveniamo subito potremmo assistere nell’arco della nostra vita al collasso della nostra civiltà. Nel suo libro “Eventi X”, John Casti esplora i sistemi vitali per la specie umana, sottolineando i pericoli che ci attendono in futuro e prendendo in considerazione le spie di allarme grazie alle quali tenere a bada eventi anomali, preparandoci ad affrontare a ciò che crediamo non possa mai capitarci.

La tesi è infatti drammatica: la nostra società è diventata troppo complessa per poter essere gestita e l’unica alternativa all’imminente collasso è la semplificazione. Gli “eventi X” di cui parla Casti  sono tutti quegli avvenimenti considerati estremamente improbabili, ma la cui frequenza sta aumentando in maniera allarmante, con danni sempre più gravi.

eventi-x-02.jpgL’aumento degli Eventi X non dipende da nessun imminente avverarsi di profezie apocalittiche di qualunque sorta, ma solo dal fatto che la nostra civiltà è diventata troppo complessa per essere gestibile. Casti fa l’esempio dell’Impero romano, la cui eccessiva estensione e complessità dell’apparato burocratico finì per provocarne il collasso. 

[Versione eBook]

[Versione Stampata]

L’unica soluzione per gestire un sistema complesso è attraverso un sistema più complesso. Finora ci siamo riusciti, ricorrendo ad una sempre maggiore burocratizzazione e all’utilizzo di tecnologie e strumenti informatici sempre più sofisticati in grado di processare una quantità di dati crescente a velocità sempre maggiori. Ma potremmo essere vicini al punto di non ritorno. E gli esempi di Casti sono del resto preoccupanti.

Tra gli Eventi X presi in considerazione ci sono la possibile messa fuori uso su vasta scala di internet o di tutti i dispositivi elettronici a causa di un impulso elettromagnetico; il crollo delle filiere alimentari, un sistema di produzione e commercio globale altamente instabile; rischi energetici come il verificarsi di altri disastri nucleari e l’estinzione definitiva del petrolio estraibile.

Casti, infine, esplora le probabilità di pandemie, di collassi finanziari e, soprattutto, le minacce che potrebbero impedire a tutti di avere accesso all’acqua potabile.

Cosa sono gli “Eventi X”? Eventi improbabili, sempre più frequenti!ultima modifica: 2013-03-26T09:18:00+01:00da admin
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento